Tutto si trasforma e nulla si distrugge

FILOTIMO: fare qualcosa di utile per gli altri che fa bene anche a sé stessi, non si smentisce mai.

Infatti da Verona, Gloria e Matteo di FILOTIMO, ci hanno portato una carta meravigliosa,  nata dalle giovani e appassionate mani di Sonia, capace di riciclare i ritagli dei tessuti di canapa e ortica della loro sartoria per farne carta.

Quando abbiamo avuto tra le mani  il nostro tessuto trasformato in un elegantissimo biglietto d’auguri, ci siamo emozionati, pensate, il nostro tessuto Mirò color naturale trasformato in un foglio bianco e quello nero in un foglio grigio…

Da ora in poi Maeko donerà tutti i ritagli al laboratorio Muriel di Sonia che sa bene cosa farne!!

“Muriel è un piccolo laboratorio di carta artigianale ospitato all’interno del Verona FabLab dove Sonia, giovane 24enne veronese realizza a mano carte riciclate e carte di canapa.

La passione per la carta nasce durante un viaggio negli Stati Uniti: dopo aver frequentato un corso presso un centro artistico si appassiona da subito al riciclo creativo, in particolare della carta.
L’attenzione verso tematiche come il riuso dei materiali e la loro valorizzazione, si evidenzia ancora di più durante l’esperienza lavorativa aziendale dove, l’imponente flusso cartaceo tra una scrivania e l’altra, la spinge a voler trovare un utilizzo alternativo alla carta da cestinare.
La carta, materiale comune ma di preziosa derivazione, diventa così una delle materie prime per nuovi fogli lavorati a mano, secondo le tradizionali fasi di lavorazione ma rivisitate in chiave completamente moderna. La ricerca storica ed uno studio approfondito sulla materia, assieme a molta pratica anche presso un antico laboratorio artigiano, sono stati necessari per capire come reinterpretare al meglio un’attività così bella quanto difficile.
La volontà di sperimentare carte di canapa è un’ovvia conseguenza se si scava nella storia della carta: le prime carte arrivate in Italia nel XIII secolo nascono principalmente da stracci di canapa. La canapa presenta infatti una fibra molto resistente e dunque adatta alla creazione di carte di qualità, che mantengono le loro caratteristiche nel tempo. Il progetto prende vita grazie all’amicizia con la realtà di Filotimo: laboratorio nel cuore di Verona che realizza abiti in tessuti naturali, biologici o con certificazioni di qualità, nel tentativo di coniugare al meglio il benessere della persona con il rispetto dell’ambiente. Gli scarti di lavorazione di Filotimo, in particolare quelli di canapa, prendono nuova vita e diventano carta Muriel. Dopo una lunga fase di bollitura e macerazione, si trasformano in un supporto da stampare, scrivere e rilegare.
Il sogno che fa da motore al laboratorio di Muriel è quello di un ritorno alla semplicità, all’apprezzamento di ciò che abbiamo, delle cose più comuni, quelle da valorizzare.”

Per chi volesse maggiori Informazioni:
www.facebook.com/cartamuriel
info.cartamuriel@gmail.com