Canapa


È probabilmente la fibra che, più di ogni altra, rispecchia il credo biologico insieme alle esigenze di versatilità e praticità richieste dal mercato.

Resistente e facile da coltivare, avendo caratteristiche urticanti non richiede l’uso di pesticidi e diserbanti.

Alta sino a 4 metri, è una pianta dalle radici robuste che riducono l’erosione del terreno; alternandola ad altre colture, può contribuire a risanare terreni inquinati e ad arricchirli naturalmente aumentandone la loro produttività grazie a un forte apporto di azoto. Infine, è una delle piante più efficienti nel convertire l’anidride carbonica in ossigeno.

La canapa può essere utilizzata quasi completamente nei settori più svariati: alimentare (semi), tessile (fibre), farmaceutico (semi, foglie), energetico (foglie e radici), produzione carta (fibre), edile (semi, fibre e parte legnosa).

La gamma di tessuti ottenibile dalla sua fibra è molto ampia: grazie ai moderni processi di macerazione e degommaggio, si è riusciti a filare titoli fino al 36.000 metrico che equivale ai lini più sottili usati nell’abbigliamento.

Il tessuto di canapa

  • è altamente protettivo poiché filtra il 95% dei raggi ultravioletti e scherma dai campi elettromagnetici
  • crea, a contatto con la pelle, un micromassaggio che favorisce la circolazione sanguigna
  • ha notevole potere di assorbimento e disperde facilmente l’umidità del corpo.

Essendo una fibra cava, si caratterizza per un effetto termostatico che permette di sviluppare una sorta di “coibenza naturale“ grazie a cui è possibile percepire una sensazione di freschezza in estate e di caldo in inverno, creando un microclima corporeo ottimale senza causare proliferazione batterica, spesso causa di cattivi odori.

Si può lavare in lavatrice e i lavaggi la rendono sempre più morbida e gradevole.

Sono molto interessanti anche i tessuti realizzati in mischia intima con altre fibre come cotone, seta, lana e cachemire; si tinge facilmente, assumendo sfumature particolari e un’elevata, speciale lucentezza.

La fibra di canapa è insieme morbida e resistente. Pur avendo un aspetto simile al lino, che produce pieghe ad angolo retto, quelle della canapa sono arrotondate e tendono, se non a scomparire, ad attenuarsi notevolmente, tanto che i capi si possono indossare più volte, pur mantenendo un aspetto gradevole e senza dover essere stirati ogni volta.