Dal CAMPO di CANAPA al TELAIO…

Continua il nostro FILO del discorso CANAPA TESSILE ITALIA!
 
Da oggi, con la nuova semina, è finalmente iniziata la tanto attesa stagione 2018 ricca di progetti da realizzare!!
 
Ora, dopo una giornata di vento e polvere in campo, rimaniamo solo in attesa dell’annunciata mano dal cielo che promette tanta buona pioggia utile anche a benedire questa nuova fantastica stagione di appassionante lavoro!!
Buon lavoro ragazzi!!

Buone Feste

Noi di Maeko auguriamo

Buone Feste a tutti

e ringraziamo chi, anche quest’anno ci ha consentito
di realizzare i nostri sogni!

Grazie a chi ci incoraggia e ci segue nel meraviglioso progetto della coltivazione della Canapa ad uso tessile!

Grazie a tutti perché ci fate sentire forti e felici d’appartenere ad un settore molto speciale fatto di bella gente, sensibile all’ambiente, alla salute e alla qualità!

AVVISO IMPORTANTE:

tutti gli acquisti fatti

dal 22-12-2017 al 7-01-2018

saranno spediti

dopo il 10-01-2018

Buone vacanze

Finalmente ci concediamo una gran bella pausa estiva
“CHIUDENDO BOTTEGA”
DAL 4 AL 28 AGOSTO
Con l’augurio che ciascuno trascorra questi giorni tra i sentieri del relax..
all’insegna del dove mi va, all’ora che è..
Vi promettiamo un viaggio ad alta quota
dal 19 al 21 settembre
in direzione Parigi..
con Colorsystem porteremo il colore a Premiere Vision!

PREMIERE VISION – PARIS – 18 / 19 autunno inverno
19-21 SETTEMBRE 2017
PARIS -NORD VILLEPINTE
UN LUOGO UNICO DOVE SI INCONTRANO TUTTI GLI OPERATORI DELLA FILIERA MODA.
A presto e buone vacanze a tutti!

Buone vacanze

AUGURANDO A TUTTI VOI
UNA BUONA E SERENA PAUSA ESTIVA

ZOE

RESPONSABILE RISORSE UMANE MAEKO

CI MANDA IN VACANZA!

E PROMUOVE L’ABBANDONO … ALL’AMORE !

Anche questa estate Zoe scende in campo per sostenere l’appello contro l’abbandono dei cani, che nei mesi estivi raggiunge l’apice della crudeltà.

E lo fa con un gioco di parole, per sottolineare non solo l’intensità del legame tra cane e uomo, ma anche l’importanza di trovare ai cani, la cui fiducia nell’uomo è stata tradita, la possibilità di trovare chi voglia accoglierli con l’amore che meritano.

E’ crudele abbandonare, ma è stupendo abbandonarsi all’amore reciproco.

Maeko Sosteniene l’Associazione culturale Mylandog

www.mylandog.it
facebook

Fibra di canapa fatta e finita su territorio italiano

È ufficiale, insieme ad Andrea e Alessandro esperti agricoltori romagnoli, stiamo coltivando canapa sativa utile a sperimentare il nostro grande progetto di filiera interamente italiana.
Stiamo finalmente dando vita ad un vecchio sogno che da anni tenevamo chiuso in un cassetto…
Fateci gli auguri, in fondo stiamo lavorando anche per voi…

 

Modartech Fashion Show 2017

MAEKO TESSUTI E FILATI NATURALI

TRA I PARTNER TECNICI CON LA FORNITURA DI TESSUTI IN CANAPA,
ORTICA E COTONE BIOLOGICO

BUON LAVORO RAGAZZI

Modartech Fashion Show 2017 è sostenibile, sfilano le creazioni degli studenti caratterizzate dall’attenzione per l’ambiente e la progettazione del capo a 360 gradi nell’ottica di un’economia circolare.

www.modartech.com

La dura via della canapa

La canapa si sta rivelando una risorsa importante per la bioeconomia, ma la filiera industriale deve essere ricostruita

É una pianta ecologica, resistente ed è facile da coltivare, oltretutto senza pesticidi e diserbanti inquinanti, combatte l’erosione del terreno e riesce persino a risanare i terreni inquinati. Parliamo della canapa, la cui coltivazione è osteggiata ancora oggi e mentre il suo utilizzo nel settore tessile è problematico. «In Italia non esiste più la capacità di trasformare la fibra in filo. Si può coltivare la pianta ma manca la parte industriale, perché non ci sono più macchine che possano lavorarla», afferma Mauro Vismara, imprenditore e fondatore dell’azienda Maeko che produce tessuti e filati naturali come  canapa, ortica, soia, crabyon, bambù, lino, cotone biologico, fiocco di Yak. Il risultato di ciò è che l’azienda deve lavorare nel distretto tessile torinese la canapa mescolandola con altre fibre vegetali perché in Italia non esistono più le attrezzature specifiche per la lavorazione della canapa.

…continua a leggere

Tutto si trasforma e nulla si distrugge

FILOTIMO: fare qualcosa di utile per gli altri che fa bene anche a sé stessi, non si smentisce mai.

Infatti da Verona, Gloria e Matteo di FILOTIMO, ci hanno portato una carta meravigliosa,  nata dalle giovani e appassionate mani di Sonia, capace di riciclare i ritagli dei tessuti di canapa e ortica della loro sartoria per farne carta.

Quando abbiamo avuto tra le mani  il nostro tessuto trasformato in un elegantissimo biglietto d’auguri, ci siamo emozionati, pensate, il nostro tessuto Mirò color naturale trasformato in un foglio bianco e quello nero in un foglio grigio…

Da ora in poi Maeko donerà tutti i ritagli al laboratorio Muriel di Sonia che sa bene cosa farne!!

“Muriel è un piccolo laboratorio di carta artigianale ospitato all’interno del Verona FabLab dove Sonia, giovane 24enne veronese realizza a mano carte riciclate e carte di canapa.

La passione per la carta nasce durante un viaggio negli Stati Uniti: dopo aver frequentato un corso presso un centro artistico si appassiona da subito al riciclo creativo, in particolare della carta.
L’attenzione verso tematiche come il riuso dei materiali e la loro valorizzazione, si evidenzia ancora di più durante l’esperienza lavorativa aziendale dove, l’imponente flusso cartaceo tra una scrivania e l’altra, la spinge a voler trovare un utilizzo alternativo alla carta da cestinare.
La carta, materiale comune ma di preziosa derivazione, diventa così una delle materie prime per nuovi fogli lavorati a mano, secondo le tradizionali fasi di lavorazione ma rivisitate in chiave completamente moderna. La ricerca storica ed uno studio approfondito sulla materia, assieme a molta pratica anche presso un antico laboratorio artigiano, sono stati necessari per capire come reinterpretare al meglio un’attività così bella quanto difficile.
La volontà di sperimentare carte di canapa è un’ovvia conseguenza se si scava nella storia della carta: le prime carte arrivate in Italia nel XIII secolo nascono principalmente da stracci di canapa. La canapa presenta infatti una fibra molto resistente e dunque adatta alla creazione di carte di qualità, che mantengono le loro caratteristiche nel tempo. Il progetto prende vita grazie all’amicizia con la realtà di Filotimo: laboratorio nel cuore di Verona che realizza abiti in tessuti naturali, biologici o con certificazioni di qualità, nel tentativo di coniugare al meglio il benessere della persona con il rispetto dell’ambiente. Gli scarti di lavorazione di Filotimo, in particolare quelli di canapa, prendono nuova vita e diventano carta Muriel. Dopo una lunga fase di bollitura e macerazione, si trasformano in un supporto da stampare, scrivere e rilegare.
Il sogno che fa da motore al laboratorio di Muriel è quello di un ritorno alla semplicità, all’apprezzamento di ciò che abbiamo, delle cose più comuni, quelle da valorizzare.”

Per chi volesse maggiori Informazioni:
www.facebook.com/cartamuriel
info.cartamuriel@gmail.com