Perché la creazione del filato in Italia conferisce l’origine preferenziale al tessuto

Si parla sempre di made in Italy, ma spesso e volentieri, soprattutto per il settore del tessile, dell’abbigliamento e degli accessori c’e’ ancora un po’ di confusione a riguardo. Spesso sono anche i professionisti a non avere le idee chiare in merito, ma cosa significa veramente Origine Preferenziale Italia? A cosa serve?

Per origine preferenziale si intende uno status della merce grazie al quale viene assegnato il diritto a un trattamento tariffario preferenziale; tale trattamento si sostanzia in un dazio ridotto ovvero in un’esenzione dal dazio in virtu’ di specifici accordi di libero scambio sottoscritti fra il paese di esportazione e il paese di destinazione della merce.

Tali accordi prevedono, al fine di evitare diversioni di traffici e con l’obiettivo di premiare i soli prodotti effettivamente fabbricati all’interno del territorio dei paesi aderenti all’accordo, dei protocolli nei quali sono elencati i criteri per la determinazione dell’origine preferenziale e in particolare sono elencate le trasformazioni considerate sufficienti a conferire l’origine preferenziale alla merce.

La lavorazione che viene apportata all’interno della UE deve infatti avere l’effetto di cambiare la nomenclatura combinata del prodotto: in altre parole il prodotto che risulta dal processo produttivo (prodotto finito oggetto dell’esportazione) deve essere classificato ad una voce doganale diversa, in almeno una delle prime 4 cifre, rispetto alle materie prime o semilavorati di origine extra Ue impiegati.

Parliamo quindi di un riconoscimento della merce che in primis ha valore a livello di mercato, facendo in alcuni casi risparmiare dei costi a livello di tassazioni di sdoganamento, ma che transitivamente certifica quel valore di Made in Italy che da sempre e’ sinonimo di alta qualitа’ e di artigianalitа’ a cui il paese Italia e’ da sempre associato; parliamo quindi di una certificazione che conferisce anche valore di “immagine” al prodotto che andremo a produrre.

Maeko da sempre crede nella terra, nelle sue risorse naturali, nell’artigianalitа’ e nella conservazione del saper fare Italiano, per questo da quest’anno la storica filatura Biellese Filarte e’ diventata parte integrante di Maeko. Grazie alla filatura siamo in grado di creare dei filati 100% italiani e con origine preferenziale Italia. Questo significa che possono dare ai nostri clienti oltre che degli ottimi prodotti da filiera trasparente, un valore aggiunto che conferisce alle successive fasi del progetto tessile, tessuto, capi di abbigliamento, accessori o elementi di arredo, l’origine preferenziale Italia: quel valore di prodotto e di percezione che il vero Made in Italy rappresenta in tutto il mondo ed una storia da raccontare.

Fonti: mglobale.it

Ortica Himalayana: una fibra preziosa

L’ortica Himalayana è una fibra preziosa da tutti i punti di vista. La fibra che se ne ricava è una delle fibre vegetali più lunghe al mondo dalla lucentezza molto simile alla seta. E’ una pianta che cresce spontaneamente sulle altitudini del Nepal dove viene raccolta manualmente dalle popolazioni indigene dando loro sostentamento. Il raccolto manuale contribuisce a rendere preziosa la fibra mantenendo la sua originale lunghezza e garantendo limiti oggettivi di produzione. Si tratta dunque di una pianta sostenibile a tutti gli effetti.

Il produttore da cui acquistiamo la fibra di Ortica Himalayana ha fondato la sua azienda con la missione di creare entrate economiche per gli abitanti dei villaggi dell’Himalaya.
Le montagne nepalesi ospitano infatti molti villaggi remoti, le persone lavorano duramente per guadagnarsi da vivere dall’agricoltura di sussistenza. Arrivare a fine mese è difficile per loro e ci sono molte donne senza lavoro retribuito che non hanno modo di guadagnare denaro.
La raccolta della pianta, allo stato brado, durante la bassa stagione, aiuta le donne a guadagnare denaro per soddisfare le esigenze di base della famiglia.

L’ortica Himalayana cresce incontrollata nelle foreste nepalesi sopra i 2000 metri. Predilige terreni morbidi umidi e fertilizzati da yak al pascolo ed i suoi germogli crescono ogni anno oltre i tre metri d’altezza, inoltre più ne tagli e più cresce.

La raccolta degli steli verticali, che raggiungono la loro massima altezza in 12 mesi, viene eseguita ogni anno per lasciare spazio alle nuove foglie e ai germogli sani per l’anno successivo, questi andranno ad assorbire meglio la CO2. Il taglio annuale promuove anche la crescita delle radici che contribuisce a migliorare la stabilizzazione del suolo in montagne soggette a frane.

L’ortica inoltre aiuta la fertilità del suolo, ne preserva la biodiversità ed è vitale per mantenere intatto l’ecosistema circostante.

La fibra di ortica Himalayana è estremamente resistente e la sua lunghezza la rende lucida e brillante come la seta nonché quindi una fibra estremamente ricercata. Il fusto cavo conferisce proprietà termoregolatrici ed essendo una fibra naturale è biodegradabile. Elastica e resiste alla torsione, al contrario di altre fibre la sua robustezza aumenta con il passare del tempo.

Coronavirus: in Italia arrivano le mascherine in tessuto di canapa lavabili e riutilizzabili

La canapa come materiale tessile per la realizzazione di mascherine per il personale sanitario: è l’idea di Maeko tessuti, che ha già iniziato a regalare le prime a medici e infermieri in prima linea contro l’emergenza.

“Ci spaventava l’idea che tutti quanti stessimo facendo un uso improprio dell’usa e getta e che, dopo questo evento drammatico, avremmo avuto a che fare anche con tutti i rifiuti prodotti come camici, mascherine, guanti eccetera, un disastro”, racconta Cinzia Vismara di Maeko, sottolineando che: “Tra me pensavo che le soluzioni ci sarebbero state. Un giorno tramite Facebook ho visto un paio di video di dottori della vecchia guardia che raccontavano come una volta si facessero le mascherine in tessuto che poi venivano lavate a 90 gradi per essere riutilizzate. E allora ho iniziato a parlarne”.

…continua a leggere su canapaindustriale.it